BILANCIO DI MISSIONE: COSMOBSERVER 2017

 

Martedì, 8 gennaio 2018

 

 

(I dati presenti in questo bilancio di missione sono aggiornati al 5 dicembre 2017)

 

Il bilancio di missione può essere scaricato in formato PDF qui


 

Nota: Questo bilancio di missione è stato redatto nel mese di dicembre 2017. Tutti i dati sono aggiornati al giorno 5/12 e sono veritieri e riscontrabili. COSMOBSERVER è a totale disposizione dei richiedenti per eventuali approfondimenti, ulteriori informazioni e collaborazioni.

 

Nota di CSR: Tutti i dati presenti in questo documento sono a tua totale disposizione, non hai bisogno di stamparli. Pensa all’ambiente e riduci l’utilizzo di carta. Grazie, sono sicuro che farai anche tu la tua parte a favore del nostro pianeta. Ne abbiamo soltanto uno. (Emmanuele Macaluso fondatore di COSMOBSERVER)

 

 

 

INDICE

- Introduzione: “La costruzione del cambiamento”                        

- Attività editoriale                                                                                       

- I numeri di COSMOBSERVER: attività media & RP                        

- Partnership                                                                                                  

- Evoluzione e progetti futuri

                                                                             

 INTRODUZIONE: La costruzione del cambiamento

Ricorderemo il 2017 come uno degli anni più intensi dalla fondazione di COSMOBSERVER. Oltre ad aver abbattuto tutti i record dal punto di vista della produzione editoriale e mediatica, durante il 2017 sono state prese delle decisioni che garantiranno la crescita della nostra attività divulgativa negli anni a venire. Una crescita che passa attraverso il cambiamento. Un cambiamento dal punto di vista strategico e di visione.

Tutta la squadra di COSMOBSERVER è stata impegnata in attività di pianificazione e preparazione di nuove piattaforme e di nuove azioni che andranno a rendere reale quel cambio di paradigma nella concezione di divulgazione scientifica privata della quale vi daremo presto conto in un articolo che – ne siamo sicuri – riceverà un’importante attenzione dalla stampa all’inizio del 2018.

Il 2018 sarà l’anno in cui COSMOBSERVER cambierà nome, logo e passerà dall’essere un blog all’essere un sito di divulgazione scientifica dedicato all’astronomia, astrofisica e astronautica.

Passeremo dal nome “TheCOSMOBSERVER” al più semplice e diretto “COSMOBSERVER” con conseguente modifica del logo ufficiale.

Attraverso i nostri canali ufficiali, e i media, daremo notizia ad inizio anno della data di pubblicazione del nuovo sito.

Ma la nostra crescita non riguarderà solo il web. Dopo i risultati e la credibilità raggiunti nel corso degli anni, abbiamo deciso di portare COSMOBSERVER al di fuori del web, creando partnership tecniche e strategiche che ci permetteranno di creare e/o supportare progetti di marketing, comunicazione integrata, infotainment e divulgazione scientifica.

Tutto questo mantenendo viva la volontà che è alla base della filosofia di COSMOBSERVER: Offrire al pubblico un’esperienza divulgativa di qualità assoluta avvicinandolo ai grandi professionisti della scienza e dello spazio.

 

Con questo bilancio di missione, il terzo, desideriamo rendere pubbliche tutte le nostre attività, i risultati, i progetti e gli andamenti che interessano i nostri stakeholders e tutti coloro che vogliono conoscerci e seguirci.

 

Auguro quindi buona lettura, rimanendo a disposizione per eventuali chiarimenti e approfondimenti legati alle nostre attività passate, presenti e future.

 

 

ATTIVITA’ EDITORIALE

Gli articoli

Il 2017 rappresenta, dal punto di vista editoriale, l’anno più prolifico dalla nascita di COSMOBSERVER con la pubblicazione di 18 articoli, così suddivisi:

- 3 interviste

- 9 articoli legati all’attualità

- 2 analisi

- 2 reportages

- 1 recensione

- 1 bilancio di missione

 

Interviste

Sono state 3 le personalità intervistate nel 2017.

La prima intervista è stata pubblicata nel mese di marzo, ha visto come protagonista un vero e proprio pilastro della divulgazione scientifica italiana: Piero Bianucci.

A luglio siamo stati ospitati dall’astronauta italiano Franco Malerba, per una lunga intervista in occasione del 25° anniversario del primo volo nello spazio di un astronauta italiano - che lo ha visto protagonista - e per la presentazione del suo “Festival dello spazio”.

Infine, a novembre, abbiamo dato voce ad un ricercatore di fama internazionale: Fabio Falchi, primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso.

 

Analisi

Così come successo lo scorso anno, per l’analisi sulla crisis communication dell’ESA in occasione della Missione ExoMars2016 e dello schianto del lander Schiaparelli, anche quest’anno Emmanuele Macaluso ha scritto e pubblicato 2 articoli di analisi.

 

La prima analisi è stata dedicata ad Elon Musk, in seguito alla sua dichiarazione secondo la quale avrebbe inviato 2 turisti spaziali attorno alla Luna per poi riportarli sulla Terra entro la fine del 2018. L’analisi dal titolo “Analisi della crisis communication ExoMars 2016, e riflessioni sull'importanza della buona divulgazione per lo sviluppo delle imprese spaziali del presente e del futuro“, metteva in evidenza la strategia comunicativa e di Relazioni Pubbliche di Musk in quell’occasione. L’articolo, pubblicato su COSMOBSERVER nel marzo del 2017, è stato ripreso e rilanciato da decine di testate giornalistiche generaliste e di settore. Un risultato mediatico notevole che è stato superato con la pubblicazione della seconda analisi di Macaluso, avvenuta nel mese giugno.

Il 14 giugno è stato pubblicato un articolo intitolato “Inquinamento Luminoso: Analisi di un problema globale”. Anche in questo caso, l’interesse dimostrato dalla stampa ha prodotto decine di articoli, interviste radiofoniche e televisive.

 

Reportage

Ad inizio aprile è stato pubblicato un reportage relativo alla mostra “AS.IT.AF. - 25 anni di astronauti italiani nello spazio” svoltasi a Villarbasse (To).

A settembre invece, COSMOBSERVER ha avuto accesso al Centro Ricerche della SMAT di Torino, e ha raccontato i progetti che hanno portato l’acqua italiana a bordo della ISS, la creazione del giubbotto di protezione individuale spaziale “Perseo” e l’innovativo progetto “Biowyse”.

 

Attualità

Il 2017 è stato un anno ricco di attività legate allo spazio. Dalla partenza di Paolo Nespoli alla volta  della ISS al 40 anniversario della partenza delle sonde Voyager 1 e 2 passando per la stesura di una guida per vedere le Perseidi, l’eclisse solare di agosto e per terminare con la notizia della NASA che ha dichiarato la possibilità delle condizioni della vita su Encelado.

Tra gli articoli ha trovato spazio anche la notizia che ha visto COSMOBSERVER diventare media partner della “Space Apps International Challenge” di Milano, la manifestazione promossa dalla NASA.

 

Recensioni

Nel mese di ottobre è stato recensito il libro “Da Torino verso Marte” del giornalista torinese Maurizio Maschio.

 

Conclusioni

Di seguito pubblichiamo l’elenco completo di tutti gli articoli pubblicati su COSMOBSERVER nel 2017:

 

- Intervista a Fabio Falchi (Primo autore dell’Atlante Mondiale dell’Inquinamento Luminoso) - 24 novembre 2017

- Recensione: "Da Torino verso Marte” di Maurizio Maschio - 13 ottobre 2017

- Reportage: Centro Ricerche SMAT di Torino - "Acqua dalla Terra allo spazio" - 25 settembre 2017

- Voyager 1 e 2: 40 anni nello spazio al servizio della scienza - 5 settembre 2017

- Eclissi totale di sole del 21 agosto 2017 - 14 agosto 2017

- Guida alle perseidi - 7 agosto 2017

- 25esimo anniversario del primo volo italiano nello spazio - 31 luglio 2017

- Italia nello spazio: inizia la missione “Vita” di Paolo Nespoli - 26 luglio 2017

- Intervista a Franco Malerba (astronauta) - 7 luglio 2017

- Inquinamento luminoso: analisi di un problema globale - 14 giugno 2017

- Nasce l'edizione milanese della Space Apps International Challenge promossa dalla Nasa - 17 aprile 2017

- La Nasa annuncia le condizioni per la presenza di vita su una delle lune di Saturno - 14 aprile 2017

- Reportage: Mostra AS.IT.AF. “25 anni di astronauti italiani nello spazio” - 10 aprile 2017

- Intervista a Piero Bianucci (divulgatore scientifico) - 23 marzo 2017

- Elon Musk e SpaceX: Progetto lunare o attività di relazioni strategiche? (analisi) - 2 marzo 2017

- Eventi astronomici e astronautici 2017 - 17 gennaio 2017

- Godspeed Eugene Cernan - 17 gennaio 2017

- Bilancio di missione: TheCosmobserver 2016 - 4 gennaio 2017

 

Al fine di fornire una visione il più possibile completa di COSMOBSERVER, pubblichiamo di seguito la tabella relativa all’attività editoriale dall’anno di fondazione ad oggi.

 

Anno

Interviste

Reportages

Recensioni

Attualità

Analisi

Comunicazioni ufficiali

Bilanci di missione

TOT

2017

3

2

1

9

2

0

1

 

39 

 

2016

2

0

2

3

1

1

1

2015

3

1

1

3

0

0

0

2014

1

0

0

2

0

0

0


 

 

I NUMERI DI COSMOBSERVER: ATTIVITA’ MEDIA E DI RELAZIONI PUBBLICHE

COSMOBSERVER ha visto un notevole aumento delle attività e dell’attenzione rivolta dal pubblico e dalla stampa alle proprie azioni divulgative. È possibile quantificare i volumi di attenzione raggiunti attraverso diversi parametri.

 

Social

COSMOBSERVER è attualmente presente su 2 social media: Facebook (www.facebook.com/cosmobserver) e Twitter (twitter.com/thecosmobserver).

È stato deciso fin dall’inizio di non accedere ad alcun servizio a pagamento per aumentare i volumi. Questa scelta ci permette di presentare dati reali e riscontrabili direttamente sui profili ufficiali.

 

Facebook: Il 2017 ha visto il superamento della soglia dei 1.000 fan sulla pagina ufficiale Facebook di COSMOSERVER. Alla data di stesura di questo bilancio di missione, i fan che seguono la pagina sono 1.114.

 

Twitter: Il profilo Twitter ha superato i 2.000 follower nel corso del 2017. Alla data di stesura, sono 2.103 i followers che seguono le attività di COSMOBSERVER su questa piattaforma.

 

La tabella indica il trend di crescita dell’audience che segue le attività di COSMOBSERVER attraverso i social media Facebook e Twitter dall’anno di creazione delle pagine ufficiali.

 

Statistiche social COSMOBSERVER

 

Twitter

Facebook

2017

2103

1114

2016

790

660

2015

279

481

 

Stampa & RP

Nel corso del 2017 sono stati inviati 9 comunicati stampa grazie alla partnership con la press division di Factory Performance. Il lancio dei comunicati stampa ha portato alla pubblicazione di 132 articoli su riviste di settore e generaliste, giornali  e portali di news on e off line. Sale quindi a 188 il numero totale degli articoli dedicati a COSMOBSERVER e alle sue attività dalla sua fondazione.

 

Di seguito la tabella mostra l’andamento complessivo della rassegna stampa suddivisa per anno. La tabella mette in evidenza il trend di crescita di quest’area strategica.

 

Statistiche rassegna stampa - COSMOBSERVER

2014

2015

2016

2017

Totale

0

2

54

132

188

 

La volontà di promuovere attraverso i media e la stampa le attività di COSMOBSERVER, è una scelta che sta portando ad un’evoluzione e ad un ingrandimento della piattaforma di utenti che seguono il progetto attraverso il blog, i social media e la stampa. Ma la volontà di entrare in contatto con la stampa, attraverso il prezioso lavoro dei media partners, si inserisce in una più ampia strategia di brand credibility, che sta portando risultati e opportunità anche in vista dei futuri progetti.

 

Di seguito l’elenco delle testate che hanno scritto articoli dedicati a COSMOBSERVER: Nuovo Orione, Le Stelle, La Stampa, Tuttoscienze, Astronews.it, GeminiSky, Informazione.it, Agoravox, Italia News24, PiemontePress, Comunicativamente, Comunicati-stampa.net, Il Corriere di Chieri, Wazit, TheCronpost, JoyFreePress, PrMedia Italia, Ok Notizie, Zazoom, Area Press, All Latest News, All Mag News, The Marketing Blog Italia, Libero.it e Reteconomy.

 

Crossmedialità

Al fine di raggiungere, coinvolgere e fidelizzare il maggior numero di persone, le attività divulgative di COSMOBSERVER  si svolgono in modalità crossmediale, quindi contemporaneamente su diversi canali comunicativi.

Alle attività del blog, dei social e della stampa si sono aggiunte nel 2017 altre attività. Alcune di queste sono dirette e hanno portato alla creazione di partnership attive con importanti realtà associative e aziendali.

 

Radio

Venerdì 9 giugno, per il secondo anno consecutivo, COSMOBSERVER è stato protagonista di un’ora di diretta radiofonica sulle frequenze di RadioFlash FM 97,6. Durante la diretta, Emmanuele Macaluso ha parlato di astronomia e astronautica e ha presentato ufficialmente i dati del suo articolo sull’inquinamento luminoso, a poche ore dalla sua pubblicazione.

L’attività radiofonica ha avuto notevole successo, e in virtù della media partnership con RadioFlash FM 97,6 sarà ripetuta anche nei prossimi anni.

 

TV

Le attività di COSMOBSERVER nel 2017 si sono svolte anche attraverso il media più popolare in Italia: la TV. Il 10 luglio 2017 infatti, Emmanuele Macaluso, in rappresentanza di COSMOBSERVER, ha parlato di inquinamento luminoso nel corso di uno speciale condotto dal giornalista Emanuele Franzoso su Reteconomy (Canale Sky 512). È possibile vedere l’intervista al seguente link

http://www.reteconomy.it/programmi/bookmark/2017/luglio/10-luglio-2017/italia-da-record-per-inquinamento-luminoso.aspx

 

Attività di divulgazione dal vivo

Le attività divulgative di COSMOBSERVER del 2017 si sono svolte anche dal vivo, a diretto contatto con il pubblico. L’otto ottobre u.s., Emmanuele Macaluso e lo staff di COSMOBSERVER sono stati impegnati nella presentazione del libro “Da Torino verso Marte”. Il libro, scritto dal giornalista Maurizio Maschio e edito da Daniele Piazza Editore, è stato presentato a Torino, nell’ambito della prestigiosa rassegna “Portici di Carta”.

 

Di seguito una tabella riassuntiva delle attività media e di RP svolte nel corso dei 4 anni di vita del progetto.

 

Statistiche  Media e RP - COSMOBSERVER

 

Stampa

Radio

TV

Live

2017

132

1

1

1

2016

54

1

0

0

2015

2

0

0

0

2014

0

0

0

0

TOT

188

2

1

1

 

 

PARTNERSHIP

Stringere alleanze tecniche attive rappresenta uno degli obiettivi strategici di COSMOBSERVER. L’attivazione di partnership con aziende e enti selezionati, non solo ha dimostrato di avere ricadute positive sulle attività di divulgazione, ma rappresenta un importante fattore in termini di valorizzazione e innalzamento della credibilità del brand.

 

Nell’aprile 2017, COSMOBSERVER è stato scelto come media partner della Space Apps International Challenge Milano, la manifestazione internazionale promossa dalla NASA per focalizzare e valorizzare idee e professionalità in ambito spaziale.

Nel corso del 2018 saranno presentate ufficialmente nuove importanti partnership, che renderanno ancora più efficace l’attività divulgativa e comunicativa di COSMOBSERVER e dei suoi progetti.

 

 

EVOLUZIONE E PROGETTI FUTURI

COSMOBSERVER nasce come un blog non periodico di divulgazione scientifica dedicato all’astronomia, astrofisica e astronautica. Fondato da astrofili,  professionisti della comunicazione e divulgazione, ha attirato un gran numero di appassionati. Dopo pochi anni è quindi risultato naturale evolvere il progetto e portarlo a diventare una realtà che andasse oltre la sola presenza sul web attraverso il blog.

Il 2018 vedrà un importante annuncio relativo alla nascita di un nuovo canale di comunicazione ufficiale e ad una serie di novità nella “visione” che è alla base del progetto.

 

Contemporanemante COSMOBSERVER sta lavorando e ottimizzando 3 importanti progetti paralleli:

 

- Mediateca e centro di ricerca e studi “COSMOBSERVER”

- G.O.C.I. (Gruppo Osservazione Cosmica Italiano)

- Campagna di sensibilizzazione sull’inquinamento luminoso

 

Mediateca e centro di ricerca e studi “COSMOBSERVER”

La divulgazione e la sua evoluzione hanno bisogno di luoghi fisici nei quali sia possibile documentarsi. COSMOBSERVER sta quindi investendo risorse e competenze per raccogliere materiale di studio che in futuro saranno a disposizione degli studiosi e dei divulgatori. Libri, E-book, DVD e riviste specialistiche saranno raccolti in un centro di ricerca e studi. Questo progetto è suddiviso in 3 fasi:

- Ricerca e catalogazione del materiale didattico e divulgativo (Attualmente in corso).

- Ricerca, in comodato d’uso presso enti pubblici, di un luogo fisico nel quale trasferire la mediateca.

- Creazione di eventi di divulgazione dedicati al grande pubblico, appassionati, astrofili e scienziati.

 

G.O.C.I. (Gruppo Osservazione Cosmico Italiano)

COSMOBSERVER ha già organizzato missioni osservative coinvolgendo il proprio staff, astrofili ed appassionati. Grazie alla presenza sempre più massiccia e costante di astrofisici e astrofili dalla grande esperienza nell’organico di COSMOBSERVER, l’obiettivo è quello di aumentare il numero di missioni e la qualità scientifica delle osservazioni, anche in partnership con enti, eminenti gruppi astrofili italiani e di distributori di apparecchiature scientifiche.

 

Campagna di sensibilizzazione sull’inquinamento luminoso

Fin dalla fondazione di COSMOBSERVER, la redazione ha dato molta importanza alla divulgazione di questo problema, intervistando esperti e pubblicando articoli scientifici.

Tra le interviste pubblicate citiamo quella con Fabio Falchi (primo autore dell'Atlante Mondiale dell'Inquinamento Luminoso) nel novembre 2017 e l'intervista all'astrofisico Alberto Cora dell'Osservatorio Astrofisico INAF di Torino nell'aprile 2016.

Nel giugno del 2017, Emmanuele Macaluso ha scritto un articolo scientifico nel quale ha illustrato, secondo gli studi più aggiornati, gli effetti osservati sull'uomo, la flora e la fauna. L'articolo ha ottenuto molti rilanci sulle testate generaliste e di settore e attraverso gli altri media.

Oltre agli articoli e alle normali attività di divulgazione on line, è intendimento di COSMOBSERVER collaborare con enti e associazioni al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica circa questo fenomeno.

 

Attualmente è allo studio del nostro staff e dei partner un progetto di sensibilizzazione che sarà presentato nei prossimi mesi e che avrà una forte connotazione internazionale.

Un progetto strutturato di marketing integrato applicato alla comunicazione scientifica, che vedrà la collaborazione di associazioni e aziende e che si pone come obiettivo quello di raggiungere migliaia di persone.

 

 

CONTATTI

Blog: http://thecosmobserver.blogspot.com

Facebook: www.facebook.com/cosmobserver 

Twitter: http://twitter.com/thecosmobserver      (@thecosmobserver)

Hashtag: #cosmobserver

 

 

Questo Bilancio di Missione è stato stilato sotto la supervisione del Comitato Etico Scientifico del Manifesto del Marketing Etico da Emmanuele Macaluso.

 

 
 

 

 

 

 

 

POWERED BY

 

 

MEDIA PARTNER

 

 

 

TECHNICAL PARTNER

 

 

 

WEBSITE PARTNER

 

 

 

           
Cookies Policy:
questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser, oppure uscendo dal sito.
               

 

 

  COSMOBSERVER
Chi siamo / Who We Are / TheCOSMOBSERVER
The Founder / Emmanuele Macaluso
Indice Articoli / Articles Progetti / Projects
Divulgazione e infotainment
Centro di documentazione e divulgazione
Gruppo Osservazione Astronomica
Our Partners
Updates
Servizi e attività / Le nostre competenze
Contact

MEDIA
Rassegna Stampa / Press Review
Press Kit
Newsletter

DOWNLOAD
Bilanci di missione
Press Kit

Ethics Line / CSR
Credits
Note legali / Legal Advice

Licenza Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate - CC BY-NC-ND

Maggiori informazione nella sezione legal del sito - Powered by Factory Performance Associazione - PI/CF 10265540012

Cosmobserver è un sito non periodico di divulgazione scientifica dedicato all'astronomia, astrofisica e astronautica

 Best site view resolution / Risoluzione consigliata 1024 x 768