(Il gigantesco Saturn V dell’Apollo 11 sulla rampa 39A di Cape Kennedy, poche ore prima del lancio – Credit NASA)

 

1969 – 2019: 50° ANNIVERSARIO DELLA MISSIONE APOLLO 11

 

(Tempo di lettura: 4 minuti)

 

16 luglio 2019

 

Nei prossimi giorni, avremo la fortuna di poter rivivere, a distanza di 50 anni, uno degli eventi storici che hanno dimostrato le capacità tecnologiche dell’uomo. I palinsesti televisivi stanno pubblicizzando molti speciali che andranno in onda la sera (e la notte) del 20 luglio. Rimane difficile comprendere il motivo che porta tali emittenti a mettere l'attenzione più sulla teoria complottistica lunare rispetto a quella storica.

Tuttavia avremo la possibilità di poter vedere immagini dell’epoca, particolarmente preziose per una platea che non era ancora nata al momento dell’allunaggio.

 

L’attenzione dei media è puntata sul 20 luglio, la “notte della Luna”, quella che vide Neil Armstrong e Buzz Aldrin allunare a bordo del LEM e mettere piede sul suolo selenico, mentre Collins (a bordo del Modulo di Comando) rimaneva nell’orbita lunare..

 

Desideriamo affrontare questo momento storico con un approccio diverso rispetto a quello scelto dagli altri media. Abbiamo un’oggettiva difficoltà a raccontare un fatto storico al quale non abbiamo potuto assistere per motivi anagrafici. Abbiamo quindi scelto di dare voce ad un importante protagonista dell’epoca che ha vissuto da testimone il lancio del Saturn V della Missione Apollo: Piero Angela.

 

 

(Nella foto il divulgatore scientifico Piero Angela durante l'intervista -  Photo: Emmanuele Macaluso/COSMOBSERVER)

 

Al di là degli studi, dei documentari e delle testimonianze che abbiamo raccolto, abbiamo deciso di fare un passo di lato, per condividere con i nostri lettori l’esperienza di chi ha vissuto quell’epopea che ci ha portati sulla Luna. Una scelta dovuta, che mette da parte le “strategie di posizionamento e autopromozione”, e che crediamo vada incontro all’interesse del nostro pubblico.

 

Abbiamo inoltre deciso che non “parleremo” del 20 luglio, lasciando quella data ai molti speciali televisivi e mediatici, ma del 16 luglio, data del lancio di Apollo 11, e inizio di quel viaggio che ha cambiato la Storia umana.

 

Mentre ci preparavamo alla stesura di questo articolo, ci siamo resi conto del passare del tempo, e dell’incredibile (forse ultima) opportunità che abbiamo di poter ascoltare la viva voce di coloro che vissero quell’estate del 1969.

 

Auguriamo ai nostri lettori, agli appassionati di spazio e scienza un buon cinquantesimo anniversario “sulla Luna”, attraverso i ricordi di Piero Angela e li invitiamo a raccogliere le testimonianze di chi c’era, per condividerle. Buona lettura.

 

Emmanuele Macaluso

 

 

16 luglio 1969

 

“Il 16 luglio mi trovavo con una troupe a “Capo Kennedy”. La postazione dei giornalisti era posta a circa 5 chilometri da dove si trovava il razzo. Questo per garantire la sicurezza del pubblico. Nonostante la distanza, il razzo era perfettamente visibile, anche perché era veramente enorme.

Io venni mandato dalla RAI e avevo con me tre operatori. Notai che tutte le telecamere erano puntate verso il “Saturno 5”, e quindi chiesi agli operatori di inquadrare il pubblico. Il pubblico era formato dai parenti degli astronauti, tecnici, familiari e curiosi.

 

Prima del lancio la NASA iniziò a dare informazioni relative ai tre astronauti. Tra queste anche le pulsazioni cardiache. Questo fatto contribuì a creare un legame forte con le persone che stavano osservando la procedura di lancio da terra. Quando le torri ausiliarie si sganciarono e liberarono il razzo, questo cominciò a sollevarsi molto lentamente. Le dimensioni erano impressionanti e il pubblico viveva questo momento con apprensione, passione e con un entusiasmo che lasciò spazio a vere e proprie urla di incitamento. Alcuni, letteralmente, piangevano.

 

____________

 

“Ogni volta che ricordo e parlo di questo evento,

per far comprendere quale fosse il rumore del Saturno 5,

dico che è un rumore simile a quello di

un lenzuolo che viene strappato”  - Piero Angela

____________

 

 

Tutto questo avvenne tra le fiamme, un mare di fuoco, l’intenso fumo e il lacerante rumore emesso dal razzo. Ogni volta che ricordo e parlo di questo evento, per far comprendere quale fosse il rumore del Saturno 5, dico che è un rumore simile a quello di un lenzuolo che viene strappato, ma è così forte e intenso che lo senti nello stomaco. È come se lo sentissi con la pancia.

 

Tornando al pubblico, per comprendere l’entusiasmo e le emozioni che riuscimmo a documentare, dobbiamo prendere in considerazione il momento storico nel quale tutto questo avveniva. La corsa alla Luna era diventata una specie di gara politica e sportiva. Quindi gli Americani, nonostante i grandi rischi di quelle imprese, appoggiavano, e in alcuni casi pregavano, affinché il nostro satellite venisse raggiunto dagli astronauti della NASA. La divisione tra USA e URSS era molto presente nella cultura americana e in tutto il mondo in quegli anni.

Quello di Apollo 11 per me non fu il primo lancio al quale avevo assistito. Avevo infatti documentato anche le partenze di Apollo 7,8,9,10 e successivamente il 12”.

 

 

Una piccola curiosità sul 20 luglio 1969 di Piero Angela

 

“Io non venni coinvolto nella lunga diretta che la RAI fece per seguire quel momento. Venni invece mandato a New York per un servizio di approfondimento per TV7. Volevamo filmare la reazione dei newyorkesi a Central Park. Con me c’era anche un collega giornalista toscano che scriveva per La Nazione.

Bisogna tenere conto che New York aveva un decalage di 6 ore rispetto a “Capo Kennedy”. Dopo qualche intervista e alcune riprese, colti da una forte stanchezza, decidemmo di andare in albergo. Ricordo che il mio collega si addormentò, e io guardai l’allunaggio e le immagini dalla Luna come fecero milioni di persone in tutto il mondo: attraverso la TV”.

 

 

 (Nella foto l'equipaggio di Apollo 11. A sinistra Neil Armstrong (Comandante) - al centro Michael Collins (Comandante del Modulo di Comando) - a destra Buzz Aldrin (Comandante del Modulo Lunare - Credit NASA)

 

 

APOLLO 11: Scheda della missione

Razzo vettore: Saturn V  SA-506

Modulo di comando: CM-107  “Columbia”

Modulo di servizio: SM-107

Modulo lunare: LM-5  “Eagle”

Durata della missione: 8 giorni, 3 ore, 18 minuti e 35 secondi

Rocce lunari raccolte: 21,55 chilogrammi

 

Equipaggio titolare:

Neil Armstrong (Comandante)

Michael Collins (Pilota del Modulo di Comando)

Buzz Aldrin (Pilota del Modulo Lunare LEM)

 

Equipaggio di Riserva: James Lowell – William Anders – Fred Haise

 

Luogo di lancio: Rampa 39A  John F. Kennedy Space Center  (Noto anche come Cape Kennedy)

Data di lancio: 16 luglio 1969 ore 13:32:00 (UTC)

 

Luogo e data allunaggio: “Mare della tranquillità” (Luna)

Data dell’Allunaggio: 20 luglio 1969 ore 20:17:40 (UTC)

Tempo sulla superficie lunare: 21 h 36 min 20 s

Durata dell’esplorazione lunare (EVA): 2 h 31 min 40 s

 

Luogo del rientro: Oceano Pacifico (coordinate 13°19′ Nord - 169°09′ Ovest)

Data del rientro: 24 luglio 1969 ore 16:50:35 (UTC)

Nave di recupero: USS Hornet

 

 

È possibile leggere l’intervista completa di Piero Angela a questo indirizzo http://www.cosmobserver.com/articles/interviews/011 piero angela/intervista-piero-angela.htm

 

 

 

 

 

 

 

POWERED BY

 

 

MEDIA PARTNER

 

 

 

TECHNICAL PARTNER

 

 

 

WEBSITE PARTNER

 

 

 

           
Cookies Policy:
questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser, oppure uscendo dal sito.
               

 

 

  COSMOBSERVER
Chi siamo / Who We Are / TheCOSMOBSERVER
The Founder / Emmanuele Macaluso
Indice Articoli / Articles Progetti / Projects
Divulgazione e infotainment
Centro di documentazione e divulgazione
GROCA Gruppo Ricerca Osservazione Astronomica
Our Partners
Updates
Servizi e attività / Le nostre competenze
Contact

MEDIA
Rassegna Stampa / Press Review
Press Kit
Newsletter

DOWNLOAD
Bilanci di missione
Press Kit

Ethics Line / CSR
Credits
Note legali / Legal Advice

Licenza Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate - CC BY-NC-ND

Maggiori informazione nella sezione legal del sito - Powered by Factory Performance Associazione - PI/CF 10265540012

Cosmobserver è un sito non periodico di divulgazione scientifica dedicato all'astronomia, astrofisica e astronautica

 Best site view resolution / Risoluzione consigliata 1024 x 768

  

Utenti online