ADDIO AD ACHILLE JUDICA CORDIGLIA, CORAGGIOSO BANDITO DELLO  SPAZIO

 

Domenica, 1 febbraio 2015

 

 

Era il 21 gennaio, quando sui network di informazione è stata rilanciata una notizia importante e triste per tutti gli appassionati e i curiosi di astronauticaAchille Judica Cordiglia se ne è andato per sempre.

 

Achille Judica Cordiglia e suo fratello Giovanni Battista, sono stati le “orecchie” alle quali tutti i media degli anni ’60 si rivolgevano per avere informazioni circa le attività aerospaziali dell’ex Unione Sovietica.

 

Appassionati di radiocomunicazioni, da Torino, riuscivano ad intercettare le comunicazioni dei cosmonauti sovieticiimpegnati nei segretissimi test orbitali effettuati durante la corsa allo spazio e alla Luna che si è conclusa nel luglio del 1969 a favore degli Stati Uniti d’America.

 

Si deve proprio a loro, l’audio in russo di una donna che, facente parte di un equipaggio in orbita attorno alla Terra che aveva capito che non sarebbe riuscito a tornare sano e salvo sul pianeta, comunicava in modo laconico:«Questo il mondo non lo saprà mai».

 

Se il mondo lo ha saputo invece, è stato grazie all’ingegno e al coraggio dei due fratelli, ai quali esprimiamo la nostra gratitudine.

 

Sono state molte le pressioni e gli attacchi che Achille e Giovanni Battista hanno dovuto sopportare per portare avanti il loro progetto. Pressioni che li hanno portati ad essere dichiarati dalla stampa sovietica come “Banditi dello spazio”.

 

Sabato 21 settembre 2013,  nel Comune di San Maurizio Canavese abbiamo avuto l’opportunità di visitare una mostraa loro dedicata dal titolo “The italian side of the Moon”. Con grande curiosità ci siamo aggirati tra bacheche piene di cimeli radiofonici che, per quanto primitivi rispetto agli attuali, hanno permesso ai due studenti universitari di fare cose talmente straordinarie da ritrovarsi in una storia che ha visto coinvolti anche i servizi segreti e la stessa Nasa.

 

Così come scritto anche nel libro firmato dai due (1) e che ora viene riletto in modo più intenso e malinconico.

 

Ad Achille il nostro ringraziamento e a tutta la famiglia la vicinanza di tutta la redazione e dei lettori di Cosmobserver.

 

Buon viaggio “Bandito dello spazio”.

 

Emmanuele Macaluso


 

 

 

 

 

 

 

 

 

POWERED BY

 

 

MEDIA PARTNER

 

 

 

WEBSITE PARTNER

 

 

 

TECHNICAL PARTNER

 

 

           
Cookies Policy:
questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser, oppure uscendo dal sito.
               

 

 

  COSMOBSERVER
Chi siamo / Who We Are / TheCOSMOBSERVER
The Founder / Emmanuele Macaluso
Indice Articoli / Articles Progetti / Projects
Divulgazione e infotainment
Centro di documentazione e divulgazione
Gruppo Osservazione Astronomica
Our Partners
Updates
Servizi e attività / Le nostre competenze
Contact

MEDIA
Rassegna Stampa / Press Review
Press Kit
Newsletter

DOWNLOAD
Bilanci di missione
Press Kit

Ethics Line / CSR
Credits
Note legali / Legal Advice

Licenza Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate - CC BY-NC-ND

Maggiori informazione nella sezione legal del sito - Powered by Factory Performance Associazione - PI/CF 10265540012

Cosmobserver è un sito non periodico di divulgazione scientifica dedicato all'astronomia, astrofisica e astronautica

 Best site view resolution / Risoluzione consigliata 1024 x 768